Amaltea. Rivista di
                mitocritica


Logo UCM
Inizio Richiesta di originali Processo editoriale Norme di edizione Progetto AmalteaDonazioniContatti
EspañolEnglishFrançaisDeutschItaliano

Nº 4. Richiesta di originali: Prometeo ribelle

Prometeo, il Titano che sfidò il potere sovrano di Zeus offrendo il fuoco all’Umanità, è uno dei grandi ribelli mitologici; tale lo mostrò Eschilo nella tragedia omonima, una delle principali fonti letterarie che hanno sviluppato questo mito. Come artigiano di uomini, presto fu paragonato a Cristo. In tutte le epoche è stato un mito controverso, tanto nella variante di Prometeo Pyrophoros, quanto in quella di Prometeo Plasticator. Ciononostante, durante il XIX secolo si convertì in un simbolo: quello dell’Umanità oppressa che lotta per rompere le proprie catene. In tal modo fu inteso dal marxismo e dai movimenti operai, che reclamavano la venuta del nuovo liberatore del proletariato. Autori come Goethe (Prometheus) o Percy B. Shelley (Prometheus Unbound) si lasciarono sedurre dalla forza di questo personaggio mitologico, la cui trasgressione, in quello stesso secolo, fu applicata anche in maniera innovativa (Frankenstein; or the Modern Prometheus di Mary Shelley).

Richiesta di originaliNei secoli XX e XXI, la figura di Prometeo continua ad attrarre la creazione artistica: Gide (Prométhée mal enchaîné, 1899), Klaus Bertling y Johannes Menge (Prometheus: ein chorisches Spiel vom Licht, 1933), Luigi Albini (Prometeo, 1953), Max Aub (Confessione di Prometeo N., 1953), il film di Ridley Scott Prometheus (2012), etc. Tutti questi aspetti hanno interessato la critica letteraria, da Raymond Trousson (Le Thème de Prométhée dans la littérature européenne, 1976) a Carlos García Gual (Prometeo: mito y literatura, 2009). Ogni nuova lettura ha aggiunto una nuova connotazione al mito greco, una nuova interpretazione che lo ha trasformato e arricchito, generando una rete letteraria ogni volta più ampia e diversa.

Amaltea. Rivista di Mitocritica richiede articoli originali che studino il mito del “Prometeo ribelle” nel contesto della contemporaneità (secc. XX e XXI) o che affrontino la ricezione di testi antichi, medievali e moderni incentrati sulla figura di Prometeo nella letteratura e nelle arti contemporanee (secc. XX y XXI).

Gli autori dei contribuiti godono di piena libertà nella scelta di testi, generi letterari e trattamento epistemologico. Gi articoli possono avere come tema le arti plastiche, musicali e dello spettacolo. L’équipe coordinatrice del numero darà particolare importanza agli articoli che si adeguino ai seguenti parametri: adeguatezza del tema proposto, prospettiva mitocritica, metodologia scientifica (apparato critico e bibliografico), originalità, qualità di contenuto e chiarezza di esposizione. Gli articoli devono essere inviati seguendo le Norme di edizione. Saranno inoltre tenuti in considerazione, per la pubblicazione nella sezione “Miscellanea”, gli articoli sulla ricezione di altri miti o temi mitici nella letteratura contemporanea. Si ammettono anche “Recensioni” su pubblicazioni o eventi relazionati con la mitologia.

Gli autori invieranno i loro articoli redatti in una delle lingue ufficiali della rivista (inglese, spagnolo, francese, tedesco, italiano e portoghese) come file Word entro l’1 febbraio 2012, senza firma né luogo di provenienza, all’Editore Generale di Amaltea: amaltea@filol.ucm.es. Al file dell’articolo se ne aggiungerà un altro nel quale si specificheranno nome, cognome, titolo dell’articolo, indirizzo email, filiazione accademica (Università, istituzione, etc.). Il Direttore invierà una ricevuta dei lavori entro l’1 marzo 2012. Per qualunque altra informazione, si veda il. Processo editoriale. Ogni tipo di rapporto epistolare con la rivista Amaltea potrà essere fatto in inglese o in spagnolo Il numero 4 uscirà nell’ottobre 2012.


Descarga Acrobat Reader para leer todos los
                    documentos
Amaltea. Revista de mitocrítica. Facultad de Filología. Edificio D. Despacho 02.363. Universidad Complutense 28040 Madrid (España).